0   /   100
La Nostra Filosofia

Arte Collinare

Scroll Down

Arte, dinamicità e innovazione: sono questi i valori che racchiudono la filosofia ed i prodotti Fasol Menin.
La cantina, immersa in dolci colline di filari secolari, si fonde armoniosamente con il paesaggio artistico autoctono.
Fasol Menin con i suoi sapori e le sue fragranze si intona in perfetta simbiosi con l’atmosfera circostante come fosse un camaleonte. Quest’ultimo è anche il simbolo della cantina, grazie alla sua versatilità, propria del vino stesso che si produce nell'area di Valdobbiadene.
Vino che regala ad ogni sorso stimoli sensoriali unici e condivisibili, percepiti in modo del tutto personale e autentico.
La dinamicità, la giovinezza e la versatilità si sposano in perfetta musicalità con il clima che si respira in questa graziosa, dolce e soave oasi tra i vigneti.
Proprio qui, dove il vino e l’arte si fondono per dare una vita nuova all’idea tradizionale di cantina.

UNA STORIA VALDOBBIADENESE

Nel 1812 la famiglia Fasol eresse le fondamenta del omonimo borgo che negli anni ha incredibilmente conservato il legame con il passato rimanendo, ad oggi, un vero e proprio museo di civiltà contadina. 

L’intera struttura, popolata dalla numerosa famiglia patriarcale, godeva di un regime autosufficiente, un microcosmo fatto di uomini, donne e bambini ognuno con il proprio ruolo.

L’arte manuale veniva espressa tramite svariate attività agricole, le quali permisero ai Fasol di divenire il fulcro del commercio locale.

La coltivazione dei fondi e la sapienza del trasformare e realizzare diversi prodotti, permise alla famiglia di coltivare la vite con produzione e vendita di vino bianco, rosso e di uva, trasformarla poi in aceto e produrne dalle vinacce la propria grappa. Inoltre, all’interno della proprietà venivano svolte attività di allevamento di bestiame e del bacco da seta, nonché grazie ad un micro caseificio con annesso affumicatoio si producevano formaggio e ricotta. Un’altra attività che apportava un giusto profitto era la piccola falegnameria per la costruzione di botti, mobili, carri ed utensili.

Nei secoli, grazie al medesimo amore per il proprio territorio, si sono tramandate attraverso differenti successioni famigliari conoscenza e passione.

Ad oggi la governance valdobbiadenese è di proprietà della famiglia Tramet, che con orgoglio e coscienza etica segue l’intera filiera agricola da cui ne produce il vino simbolo del territorio, il Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG.

IL CAMALEONTE E L'ARTE

Vino ed arte, arte collinare. Diversi e in questo caso complementari momenti di piacere e di cultura. Un connubio che vediamo trionfare dalle coloratissime etichette dei prodotti Fasol Menin tratte dalle opere di vari artisti locali.

Il camaleonte, per sottolineare come la scelta di identificare la cantina col mimetico animaletto non si leghi esclusivamente o soltanto alle caratteristiche di versatilità del Prosecco Superiore di Valdobbiadene e Conegliano, ma anche alla capacità dell’uomo di sapersi adattare alle diverse situazioni della vita.

TRADIZIONE

VALDOBBIADENE PROSECCO SUPERIORE DOCG: TRADIZIONE NELL’INNOVAZIONE

Con le uve di questo vitigno e con l’eventuale integrazione di altre varietà si ottengono tre tipi di vino: Tranquillo, Frizzante e Spumante, ciascuno dei quali può essere più o meno secco o amabile. Naturalmente nei singoli tipi si riscontrano sfumature di varia intensità e ciò soprattutto in relazione all’eterogeneità dei terreni e dei climi. Il Prosecco spumante va sempre più diffondendosi, affermandosi come uno dei più tipici spumanti che si producono nel mondo; è diventato il portabandiera della "viti-enologia" delle colline trevigiane.

Allo sviluppo e alla razionalizzazione delle produzioni hanno dato un valido e determinante contributo alcune importanti aziende private. Il metodo di spumantizzazione generalmente utilizzato è quello Charmat (con alcune particolari modifiche e innovazioni) che consente al Prosecco di mantenere la sua caratteristica peculiare del fruttato.

Gli ettari iscritti alla DOCG Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene oggi superano i 6.000 ettari con una produzione di oltre 60 milioni di bottiglie di Prosecco Superiore di Valdobbiadene e Conegliano DOCG. La Denominazione è presente in oltre 40 Paesi, dall’Estremo Oriente al Nord Europa, dal Nord al Centro Sud America.

LA VISIONE

Per questo Fasol Menin produce il “vino simbolo” del territorio, il Valdobbiadene DOCG Prosecco Superiore, con orgoglio, passione e coscienza etica seguendo e governando personalmente tutta la filiera produttiva ed utilizzando tecnologie avanzate ed ecocompatibili per la lavorazione delle uve e del vino, tali da garantire alti standard qualitativi e di rispetto per l’ambiente. La comunicazione di questi valori avviene attraverso i Social Media e tramite il contatto diretto con il pubblico vissuto negli ambienti della cantina. Si sta così creando un’ampia ed affezionata comunità di utenti che apprezza i prodotti, gli eventi, l’efficienza e la convenienza della vendita online senza intermediari e la trasparenza di ogni iniziativa nei confronti del cliente.

GALLERIA

ale
Next

I Nostri Vini

Keep Scrolling